Misteriosa Bitcoin Whale si muove $933 milioni – 0,5% di tutti i BTC

Il tweet di Bitcoin Block Bot del 27 giugno 2020, ha riportato una transazione su larga scala, che ha comportato il movimento di 933 milioni di dollari di bitcoin. È interessante notare che il costo totale della transazione è stato di 0,00005271 BTC, che è di soli 0,48 dollari.

Un totale di 101.857 BTC è stato suddiviso in modo diseguale

Un totale di 101.857 BTC è stato suddiviso in modo diseguale tra due indirizzi di destinatari Bitcoin Profit separati. Si tratta di un totale dello 0,485% rispetto ai 21 milioni di Bitcoin forniti da Bitcoin.

Il primo indirizzo bitcoin, attivo con 11 transazioni, ha un fondo totale di 5000 BTC, l’importo ricevuto dal portafoglio sconosciuto

D’altra parte, il secondo indirizzo destinatario sembra essere un nuovo indirizzo, che ha solo 1 transazione registrata, con un totale di fondi nel portafoglio di 96857.24562738 BTC. Una transazione più grande di 1 miliardo di dollari in Bitcoin si è verificata all’inizio dell’anno. Tuttavia, la commissione di transazione era più alta, a 80 dollari.

La facilità di effettuare tali trasferimenti in pochi minuti dimostra l’utilità della Bitcoin nelle transazioni ad alto volume che richiedono solo una misera commissione. Nel frattempo, un bonifico bancario che coinvolge milioni di dollari potrebbe richiedere giorni per essere eseguito. Inoltre, non sono necessari intermediari per effettuare transazioni BTC.

Come al solito, queste grandi transazioni sono accompagnate dal timore di un dumping dei prezzi in entrata. Tuttavia, il trasferimento potrebbe essere solo una balena Bitcoin che riorganizza le sue partecipazioni in portafogli diversi.

Nel frattempo, l’hodling Bitcoin è in crescita, con un numero maggiore di proprietari di monete che preferiscono l’HODL piuttosto che spendere i loro BTC. Dati recenti hanno rivelato che il 61% dell’offerta di BTC non si è mossa nell’ultimo anno, stabilendo un nuovo massimo storico (ATH).

Transazioni misteriose

È interessante notare che il portafoglio che spostava i fondi era il più grande portafoglio Bitcoin sconosciuto.

Naturalmente, fa scattare qualche domanda su chi potrebbe essere il proprietario dei fondi.

Appena un mese fa, CryptoPotato ha segnalato un’altra transazione di soli 50 bitcoin. La cosa eccitante, tuttavia, era che l’importo era una ricompensa per l’estrazione di un blocco di 11 anni fa. Questo è successo il 9 febbraio 2009. Da allora, il portafoglio è rimasto dormiente.

Mentre alcuni credevano che potesse essere Satoshi stesso a spostare i fondi, il blocco estratto non aveva le caratteristiche intrinseche dei blocchi nello schema di Patoshi, rendendo piuttosto improbabile che fosse Satoshi.

Un’altra ragione per cui molti non pensavano che fosse il creatore pseudonimo di Bitcoin è l’attuale situazione economica. Il Bitcoin è stato creato in tempi di incertezza finanziaria – la crisi finanziaria del 2008. In questo momento, anche le economie globali sono in difficoltà e non avrebbe senso che Satoshi si liberasse della sua BTC – quelle da lui create per porre rimedio a situazioni molto simili a quella attuale.